Corsica Cosa Vedere: dall’ Entroterra Corso alle Spiagge più Belle. “Corse belle et rebelle” è la frase più utilizzata dai Corsi per presentare l’isola ai turisti. La Corsica è raggiungibile via traghetto dall’Italia (Livorno, Genova e Savona), e dalla Francia. L’aeroporto internazionale si trova a Bastia.

La Corsica è sicuramente nota per le sue spiagge bellissime ma l’entroterra, forse meno conosciuto dai turisti, non è da meno! Per questo motivo, viaggiare in macchina è l’ideale per chi vuole visitare l’isola a 360°.

L’ Entroterra Corso – Corsica cosa vedere

  • Désert des Agriates è uno degli itinerari più belli da percorrere in auto o in moto, lo si incontra durante il coast-to-coast da est ad ovest, partendo da Bastia.
  • Filitosa, si trova a sud-est vicino Propriano. Filitosa è un sito preistorico riconosciuto dall’UNESCO come patrimonio dell’umanità. L’ingresso al sito costa circa € 7,00 a persona.
  • Col di Bavella. La Corsica è piena di canyon e piscine naturali, uno dei paesaggi più belli è quello di Col di Bavella, vicino Solenzara. Il posto offre diverse attività come arrampicate, escursioni in montagna e canyoning.

Spiagge Corsica del Sud cosa vedere

Le spiagge del sud sono considerate le più belle dell’isola. Tra le più note:

  • Santa Giulia – Portovecchio
  • La Rondinara – Bonifacio
  • Cala Rossa – Portovecchio
  • Palombaggia – Portovecchio
  • Plage du petit Sperone – Bonifacio
  • Grande Sperone – Bonifacio
  • Campomoro – Propriano
  • Porto Pollo – Propriano
  • Piantarella – Bonifacio Corsica cosa vedere

Le spiagge più note come Santa Giulia, Palombaggia e La Rondinara sono spesso affollate, soprattutto negli orari di punta, ed il vero problema è il parcheggio, che spesso non si trova ed è a pagamento. Dalla spiaggia di Piantarella è possibile prendere la barchetta per l’isola di Cavallo, mentre da Bonifacio partono i traghetti per la vicinissima Sardegna.

Corsica e dintorni: Isole Lavezzi

A pochi chilometri da Bonifacio e dall’Isola di Cavallo ci sono le isole Lavezzi … il paradiso! L’arcipelago rientra in acque francesi, si compone di pochi isolotti di cui solo uno, il più grande, accessibile via barca, il resto sono solo cumuli di roccia. L’isola è disabitata. Non c’è completamente nulla … solo un mare bellissimo, sassi enormi, qualche serpente e un cimitero dove sono sepolte le vittime della “Semillante” una nave francese che è naufragata in queste acque.

Da Portovecchio e Bonifacio partono escursioni in barca (dalla durata di circa 8h) per la visita di Lavezzi, il prezzo è di circa 60€/80€ a persona e include lo snorkeling vicino le rive delle isole Cerbicales (disabitate e non accessibili ai turisti).

Corsica, Cosa Vedere a Nord

  • Uno dei posti che vale la pena visitare è Saint Florent, sia per il numero di calette limitrofi al paese, sia per la cittadina che è davvero caratteristica. Saint Florant si trova sulla costa nord-ovest, all’interno dell’omonimo golfo. Il paesino è pieno di negozi, locali e ristoranti. Pernottare e magiare qui non è proprio economico! In prossimità della spiaggia e zona limitrofe Saint Florent, ci sono circa 3/4 campeggi, questa è la soluzione migliore per chi viaggia low-cost e per chi viaggia con cani, gatti e altri animali domestici (i pochi hotel che ammettono i cani prevedono supplemento sulla tariffa della stanza).
  • La sabbia bianca e il mare turchese di Ile Rousse ricordano molto i colori del mare dei Caraibi! A differenza delle altre spiagge, Ile Rousse è quella meglio organizzata, ci sono stabilimenti balneari ed è piena di locali e ristoranti. Ile Rousse si affaccia sulla costa nord-ovest.
  • La spiaggia di Nonza è diventata celebre grazie alla particolare colorazione della sabbia, che si avvicina tantissimo al nero. Nonza non è mai troppo affollata, infatti la spiaggia viene più che altro fotografata! La sabbia è composta da piccolissimi sassolini neri… non è proprio piacevole al tatto con i piedi!

Mangiare in Corsica

In Corsica si mangia davvero bene, la cucina è molto più simile a quella italiana che a quella francese. Tra i prodotti migliori ci sono la “Pietra” (birra artigianale corsa), le confetture ed i formaggi. Uno dei ristoranti migliori della Corsica si trova a Lecci, si chiama “Belle Terre” ed offre anche servizio di B&B. I piatti tipici non prevedono solo pesce! La carne è eccellente e proviene rigorosamente da animali allevati localmente.

Dormire in Corsica

In merito all’alloggio, la Corsica offre diverse soluzioni: B&B, casa vacanza, hotel e campeggi. Più ci si avvicina alle zone di maggiore attrazione turistica (spiagge e cittadine come Ajaccio) e più i prezzi aumentano! Le distanze in Corsica non sono eccessive, non si impiega tanto per spostarsi da una spiaggia all’altra; l’unica soluzione per risparmiare è pernottare in zone non centrali, o in alternativa optare per il campeggio.

Le Città – Corsica cosa vedere

Bastia è la città più grande della Corsica; è ricca di ristoranti, bar, negozi, fast-food, locali e monumenti storici. Le cittadine più pittoresche sono senza dubbio Portovecchio, Ajaccio, Bonifacio e Calvi. Una delle attrazioni principali di Ajaccio è la casa di Napoleone Bonaparte.

Curiosità

I corsi non si sentono affatto francesi, l’isola in passato era una Repubblica autonoma ed ha una storia tribolata con la Francia! La bandiera corsa, simbolo dell’isola, raffigura la “Testa Mora”, ed è storicamente legata a quella dei “Quattro Mori” della Sardegna. La prima versione della bandiera raffigurava il moro con gli occhi bendati, nella seconda ed ufficiale versione adottata durante il periodo del Regno di Corsica, il moro ha gli occhi sbendati in segno di “liberazione”. Corsica cosa vedere